Coronavirus? Parlane poco e in modo diverso!

Naviga per titoli
Coronavirus? Parlane poco e in modo diverso!

Come gestire la comunicazione della tua attività ai tempi del coronavirus? Parla poco dell’epidemia e sii originale!

In queste settimane di pandemia, l’argomento coronavirus occupa probabilmente almeno il 90% dei feed di notizie che consultiamo. Da Facebook a Twitter e in parte Instagram, gli schermi dei nostri smartphone ci propongono costantemente un flusso di informazioni nella stessa direzione. La pandemia di covid-19!

Se hai un’attività con relativo sito e profili social (o stai pensando di aprire questi canali), ti starai sicuramente chiedendo se devi parlare del famigerato virus o no. La questione può sembrare stupida, ma non lo è affatto. L’impulso di inserirsi in questa impressionante mole di informazioni è invitante, ma rischia di farci piombare in un maelstrom ingestibile.

Valuta l’opportunità

Sicuramente tutto ciò che riguarda l’epidemia di coronavirus è in cima alle chiavi di ricerca in ogni servizio nel web, dai motori di ricerca come Google ai social network di ogni genere. Se hai un’attività di blogging, sicuramente un buon articolo può essere interessante per l’utente. Il primo step consiste nel valutare attentamente l’opportunità e la convenienza.

Il coronavirus sta generando quello che è probabilmente il flusso di notizie più esteso nella storia del web, pubblicando qualcosa a proposito di questo argomento è quasi impossibile non finire in un trend di ricerca. La cosa può sembrare allettante, ma… in che posizione finiremmo? Abbiamo preparato un contenuto molto interessante, ma sarà davvero notato in questa mole di notizie?

La risposta non è difficile, se ci inseriamo nel cosiddetto flusso mainstream, il nostro contenuto non verrà notato pressoché da nessuno poiché il feed è congestionato dai giganti dell’informazione. Non ce n’è, mettiamoci l’anima in pace.

Come produrre un contenuto che riscuota interesse e visite?

Prima di tutto dobbiamo fare un passo indietro e considerare se sarà davvero utile inserirci nell’argomento coronavirus:

  • Ha senso per la nostra attività?
  • Abbiamo un contenuto realmente interessante e unico?
  • Abbiamo le competenze per trattare questo argomento?

Va da se che se non ci sono queste tre basi, tanto vale continuare con la nostra quotidiana strategia, ricordiamoci che le persone vogliono anche e soprattutto tranquillità. Confermare la nostra presenza con argomenti che riguardano la routine è un atto rivoluzionario di questi tempi, i nostri seguaci apprezzeranno.

Torniamo in tema, come distinguersi in questo flusso enorme? Prima di tutto ricordiamo chi siamo, se per esempio la nostra attività riguarda la cucina, va da sè che sarà piuttosto inutile un post o un blog dove si parla di cure o trend di contagio.

La chiave è restare coerenti, ricordiamo che non esiste il post che “interessa a tutti”. Tenendo come esempio l’attività culinaria, possiamo pensare un contenuto che tratti in senso lato la questione coronavirus. Come farlo? Possiamo preparare un interessante contenuto dove si parla dell’importanza di un’alimentazione corretta per la nostra salute e legarla a una ricetta ricca e colorata.

L’importanza del non detto

Di questi tempi dobbiamo far lavorare gli altri media per noi, l’argomento coronavirus è così pressante che non dorme mai nemmeno leggendo un articolo di cucina. Se parliamo di una ricetta salutare, quasi sicuramente l’utente assocerà questo contenuto alla situazione in corso e lo troverà allo stesso tempo utile e leggero per passare il tempo

Il concetto è quindi di non cercare di entrare in un flusso saturo, ma sfruttare questa saturazione per dare slancio alla nostra nicchia. Un ulteriore esempio può consistere nel tema dell’informatica. Si parla molto del “tracciamento tramite app”, perché non parlare dell’importanza della privacy e tecnologie come blockchain?

Le possibilità sono davvero illimitate, resta alla nostra creatività il compito di inserire la nostra nicchia in questo volano.

La creatività e l’originalità

La questione inizialmente così caotica si sta semplificando riga dopo riga, vero? I punti fondamentali della nostra attività in rete devono restare la creatività e l’originalità. Applichiamo questa regola insieme alle altre che abbiamo già trattato come la coerenza dei contenuti e l’importanza di una strategia di pubblicazione.

Ultimo, ma non meno importante, ricordiamo sempre di fornire notizie provate da fonti attendibili. In situazioni di routine è comunque poco professionale diffondere notizie senza fondamento, in un contesto come quello attuale si rischia inoltre di causare gravi danni irreparabili. Usiamo la creatività, manteniamo la testa sulle spalle e cerchiamo di tirare fuori il meglio anche da questo periodo.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email

Altri articoli